Nel Mediterraneo vivono molti popoli, che attraverso i tempi si sono conosciuti e si sono scambiati informazioni ed abitudini, cosicché ogni popolo ha trasmesso agli altri le proprie tradizioni e la propria cultura. Una importante testimonianza di ciò è offerta dalla musica, mediante la quale l'uomo esprime le sue sensazioni, le sue emozioni ed il suo stato d'animo.corrida.jpg (30134 byte)
Riguardo alle manifestazioni nella penisola Iberica molto popolare è la Corrida, chiamata anche Fiesta Brava o Corridas del toros una cruenta lotta tra uomo e toro. Gli animalisti di tutto il mondo condannano da tempo questo crudele modo di divertirsi. Nella nazione confinante con la Spagna, il Portogallo è presente la tradizione di accendere  grandi fuochi per la vigilia di San Giovanni. Vecchi e giovani, sia donne che uomini, si radunano attorno al fuoco per danzare. Sempre nella penisola Iberica a Miranda da Douro esiste la danza guerriera dei paulitos, nella quale uomini vestiti con costumi smaglianti mimano scene di guerra. Possiamo poi spostarci in Grecia dove la danza è l'espressione artistica più importante e significativa. Molto spesso è accompagnata da melodie o da cori, viene ballata in modo uniforme ed è divisa in due categorie: Spyrtos e Pidiktos. Ed eccoci in Algeria dove le tradizioni si sono conservate intatte nel tempo. La musica, la poesia ed il canto sono per questa cultura importanti tradizioni ed in ogni paese vi dev'essere almeno una poetessa "professionista" incaricata ad organizzare le attività musicali. Vicino questo stato c'è l' Egitto, dove per tradizione si usano abiti morbidi e drappeggiti adatti a sopportare il caldo clima del nord Africa, in questo paese la tradizionale musica liturgica deriva direttamente dalla musica dell'antico Egitto e viene cantata durante la messa copta in alternanza alle parole del sacerdote.