La Tetrarchia fra oriente e occidente

Nel frattempo l’impero Romano si era esteso ed era diventato difficilmente governabile, così Diocleziano lo divise in due parti: l’Oriente lo tenne per sè e fissò la capitale a Nicomedia, poco lontano da Bisanzio ma in Asia minore. L’Occidente, con Capitale Milano, lo affidò a Massimiano, su compagno d’arme. Entrambi gli imperatori presero il titolo d’Augusto e per farsi aiutare nel governo, nominarono 2 "vicerè" ( Cesari ). I due Augusti e i due Cesari formavano una tetrarchia e potevano governare il territorio dell’Impero già suddiviso per portare l’autorità imperiale dove era più neccessario. L’Impero è così sopravvissuto unito per altri novant’anni. Poi nel 395 Occidente e Oriente si sono separati ma l’impero venne ben presto attaccato dai Barbari.