Petrolio

 

All'inizio dell'Ottocento, il petrolio veniva definito "un liquido nero, viscido, maleodorante, utile solo per ungere le ruote dei carri".

Solo cinquant'anni dopo, verso il 1860, era diventato una risorsa primaria; da esso sarebbe dipeso lo sviluppo industriale in tutti gli anni seguenti, fino ai nostri giorni.

Dalla perforazione dei primi pozzi in Pennsylvania, ormai entrati nella leggenda, la storia del petrolio diventa quella del nostro secolo. Grandi imperi economici e grandi crisi sono stati strettamente legati al dilagante impiego dei prodotti petroliferi in tutti i settori.

Ai primi del Novecento la diffusione dell'energia elettrica ne rese superfluo l'uso come olio da illuminazione; in compenso l'invenzione del motore a scoppio diede impulso alle tecniche di distillazione per ottenere derivati, primi tra tutti i carburanti.

L'incremento della diffusione dell'automobile e dei veicoli a combustione interna comportava una sempre pi frenetica ricerca di riserve dell'oro nero.

Nel ventennio 1950-1970 il petrolio sembrava essere l'unica fonte di energia per la Terra: l'uomo, per la prima volta nella sua storia, sembrava poter fare a meno del sole! L'industria delle materie plastiche si era enormemente sviluppata: partendo dai prodotti petroliferi si arrivava a fabbricare utensili, capi di vestiario, mobili. I materiali e le fibre sintetiche sembravano destinati a soppiantare tutte le materie prime naturali.

Nel giro di pochi anni l'oro nero ha cambiato il corso dell'economia mondiale, ed ha costituito un problema quando i paesi produttori hanno deciso di concedere il petrolio all'Occidente solo a determinate condizioni. Negli anni '80 c' stata una crisi energetica, dovuta ad un forte aumento dei prezzi e ad un rallentamento dei ritmi di estrazione. Essa ha determinato la crisi contemporanea di tutte le monete e dell'oro stesso, e ha reso attuale nuovamente l'uso dei vecchi combustibili tradizionali. L'occidente ha cominciato a risparmiare il consumo di petrolio e anche a limitare i consumi superflui. Si iniziato a produrre tecnologia basata sul risparmio energetico. E' stata accelerata la ricerca di fonti alternative, il cui sfruttamento potrebbe dare maggiori garanzie per il futuro, sia dal punto di vista economico che da quello politico. Si ritenuto importante limitare la produzione di materie plastiche e sono stati ripresi in considerazione fibre e materiali naturali. Si riscoperta la carta, povera e poco resistente, ma biodegradabile, come materiale da imballaggio.

Infine il prezzo del petrolio, che sembrava salire progressivamente, ha cominciato a scendere: ad esempio, nei primi mesi del 1983, in Nigeria si deciso di diminuire il prezzo del petrolio, perch si stava attraversando un periodo di gravi contrasti a livello sia interno che estero.

Oggi il prezzo del petrolio soggetto a fluttuazioni continue.