Comprensione del testo

Icona iDevice Attività di lettura - Una testimonianza scritta
Leggi attentamente il brano, tratto da “Il mio amico Simon” di J. JOFFO, in cui il protagonista descrive il momento drammatico della cattura di un gruppo di Ebrei a Parigi. Trova i punti di contatto con quanto illustrato da Helga.

[...]«Una retata!» gridò Simon con il naso incollato al vetro. Una lunga fila di donne, bambini e vecchi attraversava il viale con degli abiti sul braccio come se partissero per un lungo esilio. Le stelle di luce che incendiavano i vetri della parte occidentale del viale illuminavano altre stelle: gli osceni ritagli di stoffa gialla cuciti sul petto di quelli che ve­nivano portati via, al posto del cuore.

Degli uomini in uniforme circondavano le donne, i vec­chi e i bambini ebrei. Francesi senza storia, né crudeli né astiosi; a volte perfino educati. Simon ne vide uno che, te­nendola per un gomito, sorreggeva una vecchia che aveva inciampato. A che cosa pensavano mentre, passando prima per il Velodromo d'Inverno, trascinavano al mattatoio degli esseri indifesi? Di tutti quegli uomini in uniforme, uno solo dette le dimissioni quella stessa sera. La storia ne ha di­menticato il nome.

Per il momento davano soltanto l'impressione di aiuta­re delle persone preoccupate di attraversare la strada. I vecchi li guardavano senza collera, ma nei loro occhi c'era una tristezza infinita. Le donne stavano intorno ai loro bambini, consolavano quelli che piangevano. Era una bella mattina di luglio, limpida e serena. Una mattina come tut­te le altre.

Simon si sentì scorrere sulle guance qualcosa di caldo.

L'asciugò con le punte delle dita. La fila diventava sempre più compatta. Alcuni ebrei portavano riccioli ai lati della faccia. Scuotevano la testa, camminavano con le mani die­tro la schiena. [...]

J. Joffo "Il mio amico Simon" pag. 59 -I libri verdi Junior- Archimede -Edizioni Bruno Mondadori



Spazio per le tue osservazioni.