Scuola Secondaria di Primo Grado Giuseppe Gioachino Belli

Roma 00195

Sede via A. Mordini, 19 • tel. 06 37500227-37526543, fax 06 37517481
Sede via Col di Lana, 5 • tel./fax 06 37515410rmic8gx001@istruzione.it

Menu di navigazione - Prati di Memoria -


[ torna all'inizio della pagina ]


Prati di Memoria

Strade e storie della Resistenza a Roma

Il progetto "Prati di memoria: strade e storie della Resistenza a Roma" si è concluso il 10 giugno 2010. In quella data è stato infatti proiettato il video, realizzato dagli alunni della III L, che individua i luoghi dove hanno agito e lottato tante figure, note e meno note, della Resistenza romana, e che ne ripropone le vicende.

mappa google Prati di Memoria
Visualizza le strade e le storie in Google Maps

Un lungo percorso, che va dalla ricerca delle fonti e delle testimonianze alla stesura ed alla lettura dei testi, dall'individuazione dei luoghi alla creazione ed alla selezione delle immagini, è giunto così alla fine; siamo però convinti che, anche grazie a questo lavoro svolto nel corso dell'intero anno scolastico, tutti i ragazzi abbiano imparato a sentire più vicine tutte le figure ricordate in questo documentario, ma soprattutto abbiano imparato a tener ben vivi nei loro cuori e nelle loro menti gli ideali di pace e di libertà per i quali si sacrificarono tante donne e tanti uomini che animarono, con le loro diverse personalità, la Resistenza a Roma.
La scuola Belli riconferma così, nel concreto attuarsi della sua didattica, l'attenzione che ha sempre avuto, nel promuovere i valori di democrazia e di antifascismo che sono alla base della nostra carta costituzionale.


Nel nostro lavoro ci siamo fatti aiutare dai seguenti libri:
Peter Tompkins, Una spia a Roma, Il Saggiatore, Milano 2002;
Alessandro Portelli, L'ordine è stato eseguito, Roma, le Fosse Ardeatine, la memoria, Donzelli editore, Roma 2005;
Lettere dei condannati a morte della Resistenza italiana, a cura di Piero Malvezzi e Giovanni Pirelli, Einaudi, Torino 2005;
Anna Maria Casavola, 7 ottobre 1943. La deportazione dei Carabinieri romani nei Lager nazisti, Edizioni Studium, Roma 2008;

e dai siti:
www.anpi.it
www.italia-liberazione.it


Video

Fontana di Piazza dei Quiriti

Prati di Memoria - Strade e storie della Resistenza


Incontro con Anna Maria Casavola e Abramo Rossi

18 maggio 2010

Abramo RossiIl 18 maggio nell'Aula Cortina della sede di via Col di Lana la classe III L ha incontrato Anna Maria Casavola e Abramo Rossi per un approfondimento ed una appassionata testimonianza riguardo la deportazione dei Carabinieri, avvenuta il 7 ottobre 1943 a Roma, ad opera delle truppe di occupazione nazifascista.
Prosegui la lettura


Incontro con Piero Terracina

22 marzo 2010

Piero TerracinaIl 22 marzo 2010, ospitati nell'Aula magna dell'Istituto "Gelasio Caetani! i ragazzi delle classi 1ª H e 1ª I, 3ª M 2ª e 3ª H, 2ª e 3ª L, della sede di via Col di Lana, hanno incontrato Piero Terracina uno dei pochi sopravvissuti alla Shoah, deportato a 16 anni, insieme con tutti i suoi familiari, nel campo di sterminio di Auschwitz-Birkenau.
Prosegui la lettura


Visita a via Tasso

18 marzo 2010

visita a via Tasso Il 18 marzo, pochi giorni prima dell'anniversario dell'eccidio delle Fosse Ardeatine (24 marzo 1944), la classe III L ha visitato il Museo Storico della Liberazione di Roma di via Tasso, ospitato in alcune delle sale che furono la sede della polizia tedesca di sicurezza, nel corso dei nove mesi dell'occupazione nazifascista subiti dalla città di Roma.
Dopo un'articolata introduzione storica, da parte di una delle curatrici del Museo, i ragazzi hanno visitato le stanze dove furono detenuti in condizioni disumane e torturati tanti esponenti di quel vasto movimento di Resistenza civile, politica e militare, che si oppose con ogni mezzo all'occupazione tedesca e lottò per il ritorno della libertà e della democrazia in Italia.


Visita alle Fosse Ardeatine

9 febbraio 2010

visita alle fosse Ardeatine Martedì 9 febbraio, la III L si è recata alle Fosse Ardeatine. La consueta visita è stata curata dalla dott.ssa Irma Staderini dell'Istituto romano per la storia d'Italia dal fascismo alla resistenza (IRSIFAR) e si è arricchita quest'anno di un diverso significato perché, oltre a ripercorrere e conoscere più da vicino le drammatiche vicende di questo eccidio, culmine della durezza e della repressione imposta dall'esercito tedesco nel corso dell'occupazione nazista a Roma, i ragazzi e le ragazze hanno ritrovato fra quei tanti nomi, quelli di Simone Simoni, Giuseppe Cordero Lanza di Montezemolo, Maurizio Giglio le cui vicende sono ricostruite e ricordate nel progetto "Prati di memoria". Fra i tanti nomi delle 335 vittime, uno in particolare ha suscitato, e non poteva essere altrimenti, particolare emozione: quello di Michele Di Veroli, di 15 anni, la più giovane vittima del massacro, quasi un coetaneo degli alunni del "Belli".


La scuola "Belli" all'inaugurazione delle "Pietre d'inciampo" di via Carlo Alberto Dalla Chiesa

28 gennaio 2010

alunni della scuolaIl 28 gennaio 2010, nel corso di una sentita e toccante cerimonia, sono state collocate davanti all'ingresso della Scuola Allievi Carabinieri di via Carlo Alberto Dalla Chiesa dodici "Pietre d'inciampo" (in tedesco Stolpersteine) a nome e in ricordo di tutti i Carabinieri deportati da Roma, il 7 ottobre 1943 e mai più tornati dai campi d'internamento.
Prosegui la lettura


La Giornata della Memoria presso la Casa della Memoria e della Storia

21 gennaio 2010

alunni che leggono un passo del libro di Primo LeviI ragazzi delle classi II e III "L" hanno partecipato giovedì 21 gennaio alla lettura pubblica di "Se questo è un uomo" di Primo Levi, organizzata presso la Casa della Memoria e della Storia, in via san Francesco di Sales, 5, nel quadro delle iniziative che questa Istituzione ha organizzato nelle "Settimana della memoria".
Prosegui la lettura




[ torna all'inizio della pagina ]


rmic8gx001@istruzione.it • codice fiscale 97713920581 • codice meccanografico RMIC8GX001

[ torna all'inizio della pagina ]