Scuola Secondaria di Primo Grado Giuseppe Gioachino Belli

Roma 00195

Sede via A. Mordini, 19 • tel. 06 37500227-37526543, fax 06 37517481
Sede via Col di Lana, 5 • tel./fax 06 37515410rmic8gx001@istruzione.it

Menu di navigazione - Mercatino di Solidarietà 2011-2012 -


[ torna all'inizio della pagina ]


Mercatino di Solidarietà 2011-2012

logo

Roma, 9 dicembre 2011

Il consueto Mercatino di Solidarietà è già in fase di apertura GRAZIE alla collaborazione degli alunni, dei genitori, dei colleghi, del personale ATA e del “sempringamba Simone, ex alunno” che con l’aiuto di altri ragazzi viene in nostro aiuto!!

La stanza con tutta la merce è pronta… mancano le ultimissime cose e poi speriamo si possa fare come negli anni scorsi una buona vendita, sapendo che lo scopo è quello di finanziare un piccolo Progetto Ludico Ricreativo per ragazzi e bambini che frequentano il Centro Sociale MOB di Salvador de Bahia.

Sappiamo bene che tra gli elementi necessari per la maturazione psicofisica del bambino, il gioco occupa una posizione fondamentale. È lo strumento per eccellenza attraverso il quale imparano a relazionarsi con gli altri ed a capire ciò che li circonda.

L’esperienza ludica è capace di rispondere e soddisfare i bisogni autentici di bambini, ragazzi e giovani con particolare riguardo a quelli che sembrano oggi maggiormente mortificati e deprivati, come dire che le “naturali” motivazioni alla comunicazione, socializzazione, fare da sé, costruzione totalizzano col gioco l’occasione vincente per espandere ed esaltare le loro virtuali potenzialità formative. Tutto questo per dire in sintesi che l’intento della nostra Scuola è di allestire una sala Ricreativa dove poter stare serenamente togliendoli dai pericoli della strada.

Suor Clara con i bambini del Centro Sociale

Il termine bambini di strada è la traduzione letterale del portoghese meninos de rua, una delle espressioni più utilizzate in Brasile per parlare del dramma dell'infanzia povera e abbandonata. É un termine ormai entrato nel linguaggio corrente che viene però utilizzato per descrivere in maniera piuttosto generica un fenomeno molto più complesso. Per questa ragione da alcuni anni la maggior parte degli operatori sociali brasiliani preferiscono utilizzare due termini diversi, che tendono ad individuare due grandi tipologie di situazioni esistenziali: meninos "na" rua (bambini "nella" strada) e meninos "de" rua (bambini "di" strada) Il primo termine descrive una situazione di vita che riguarda decine di milioni di bambini dei paesi del Sud del mondo In molti di questi paesi i bambini trascorrono intere giornate nella strada: per vagabondare, per giocare, per vendere, per lavorare e per altro ancora.

Noi ci rivolgiamo a circa 150 ragazzi che non avendo altri passatempo e non avendo giochi gironzolano dando calci a una bottiglia di plastica o seduti a fare nulla…
La sala e lo spazio che accoglieranno alcuni giochi: 2 biliardini – 2 tavolo da ping pong – vari giochi da tavolo e 2 canestri sono in attesa… Accludo le immagini!!!

Sala per i giochi


[ torna all'inizio della pagina ]


rmic8gx001@istruzione.it • codice fiscale 97713920581 • codice meccanografico RMIC8GX001

[ torna all'inizio della pagina ]